Il datore di lavoro puo licenziare il dipendente che rifiuta di vaccinarsi?

Come comportarsi in azienda con i lavoratori che non vogliono vaccinarsi? Con l’attuale normativa sono licenziabili? Come conciliare il diritto alla salute con il diritto all’autodeterminazione terapeutica?
 
Malgrado l’evoluzione della pandemia e, specialmente, degli strumenti per combatterla sono ancora molti i dubbi che i lavoratori, le aziende e gli operatori in materia di salute e sicurezza si pongono riguardo alla possibilità del vaccino per l’emergenza COVID-19.
 
Oggi pubblichiamo un contributo della Dott.ssa Francesca Pasqua, dal titolo “Il datore di lavoro può licenziare il dipendente che rifiuta di vaccinarsi?”.
 
Il 2020 è stato l’anno del COVID-19, l’anno in cui parole come lockdown e quarantena sono divenute di uso comune, l’anno in cui abbiamo lavorato in smart working mentre i nostri figli nella stanza accanto facevano DAD, l’anno in cui abbiamo cambiato le nostre routine e abbiamo rinunciato a molte delle nostre abitudini. Ora che quest’anno volge al termine sembra finalmente potersi scorgere una luce in fondo al tunnel: l’arrivo del vaccino, in grado di ridurre del 95% la possibilità per un adulto di contrarre il COVID [1].
 
Sono così scattati a partire dal 26 dicembre i primi vax day, a cui hanno fatto seguito infervorati dibattiti nei salotti tv e sui social, tra quanti sostengono che la vaccinazione di massa sia la strada giusta per tornare quanto prima alla normalità e quelli che invece ritengono il vaccino non sicuro. Tra i vari dibattiti sicuramente degno di nota è quello che in questi giorni si sta svolgendo tra illustri esperti del diritto, magistrati ed avvocati, i quali cercano di rispondere ad una domanda “il datore di lavoro può licenziare il dipendente che rifiuta di vaccinarsi?”.
 
Il sistema prevenzionistico del diritto del lavoro risulta caratterizzato da una forte dinamicità dovuta a una continua crescita e ad un continuo rinnovo dei presidi posti a tutela della salute e della sicurezza. Il fatto che la prevenzione si serva di altre scienze come la chimica e la fisica, ne fa una materia interdisciplinare, che presuppone particolari ed insostituibili conoscenze tecniche esterne.
 
L’ art. 2087 del codice civile, pietra miliare della sicurezza nell’ambiente di lavoro, pone in capo al datore di lavoro un obbligo dalla validità costante e dall’attualità permanente, consistente nel dovere inderogabile di adottare le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica sono necessarie a tutelare l’integrità fisica e morale dei lavoratori. La formulazione dell’art. 2087 ne fa una norma aperta, idonea a supplire alle lacune normativa del sistema antinfortunistico, incapace di prevedere ogni specifico fattore di rischio, ed è volta pertanto a ricomprendere ipotesi e situazioni non espressamente previste. Viene così sancito il cd. debito di sicurezza del datore di lavoro, non circoscritto alla sola osservanza delle misure imposte dalle disposizioni legislative, ma comprensivo di tutti gli interventi concretamente necessari ed attuabili per prevenire infortuni sul lavoro e malattie professionali. Il datore di lavoro dovrà quindi adottare tutte le misure previste dall’ordinamento positivo, in ottemperanza al fondamentale criterio della massima sicurezza tecnologicamente disponibile. Da ciò discende che il datore di lavoro sarà obbligato a conformarsi agli aggiornamenti scientifici sugli sviluppi della tecnica, in quanto gli stessi rischi professionali si evolvono costantemente per effetto delle modificazioni del processo e dell’ambiente di lavoro, divenendo di fatto il garante dell’incolumità fisica del lavoratore.
 
Occorre inoltre considerare che il legislatore ha previsto un obbligo sinallagmatico (che produce obblighi per entrambe le parti, ndR) per il datore di lavoro e per il lavoratore: mentre il primo è obbligato a predisporre strumenti per informare e formare i lavoratori sui rischi derivanti dall’attività lavorativa, il secondo è obbligato ad attuare quanto predisposto dal datore di lavoro, divenendo protagonista assoluto nell’attuazione dei presidi di sicurezza secondo il principio dell’autotutela.
 
Attualmente il vaccino appare l’unico strumento in grado di tutelare i lavoratori ed in particolare alcune categorie di essi che, per il tipo di mansione svolta o la predisposizione dell’ambiente di lavoro, risultano maggiormente esposti al rischio di contrarre il virus.
 
Quanto detto appare però in palese contrasto con l’art. 32 della Costituzione che sancisce e tutela il diritto alla salute, fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività, riconducibile ai diritti inviolabili dell’uomo. Tale diritto soggiace alla regola della volontarietà del soggetto di sottoporsi alle cure mediche, cd. diritto all’autodeterminazione terapeutica, che esclude la sottoposizione del soggetto a trattamenti obbligatori se non quando è la legge a disporlo per tutelare la salute della collettività e l’incolumità di altre persone. La potestà legislativa dello Stato in materia di tutela della salute può estrinsecarsi nella predisposizione di un obbligo vaccinale, dal momento che non solo la protezione vaccinale attiene al nucleo irriducibile del diritto alla salute, inteso quale diritto individuale, ma anche agli obiettivi di tutela della salute pubblica, perseguiti attraverso la profilassi preventiva contro le malattie infettive. La necessità di prevenire malattie infettive e di arginare l’emergenza sanitaria in atto impone l’adozione di misure omogenee sul territorio nazionale; ciò al fine di raggiungere l’?immunità di gregge? la quale richiede una copertura vaccinale a tappeto in una determinata comunità, al fine di eliminare la malattia e di proteggere coloro che, per specifiche condizioni di salute, non possono sottoporsi al trattamento preventivo.
 
Nella sentenza n. 5 del 18/1/2018 la Corte Costituzionale ha richiamato alcune pronunce (sentenza nn. 258/1994 e 307/1990) al fine di affermare che una legge impositiva di un trattamento sanitario è compatibile con l’art. 32 Cost. quando:
 
  è diretta a migliorare lo stato di salute dei destinatari della norma e a preservare lo stato di salute di coloro che non vi sono assoggettati;
  non comporta conseguenze negative nei confronti di colori che sono obbligati ad attenervisi;
  nel caso sia causato un danno sia previsto il riconoscimento di una indennità equa a favore del danneggiato, indipendentemente dalla tutela risarcitoria.
 
Per poter arrivare a concepire come lecito il licenziamento del lavoratore che rifiuta di sottoporsi alla vaccinazione, il legislatore nazionale avrebbe dovuto prevedere come obbligatorio un determinato trattamento sanitario, sulla base del principio di precauzione e dei dati e delle conoscenze medico-scientifiche disponibili.
 
Nulla esclude che, mutate le condizioni e dissolta l’iniziale paura rispetto agli effetti collaterali del vaccino, la scelta possa essere rivalutata e riconsiderata, avendo il legislatore, in una prospettiva di valorizzazione della dinamica evolutiva propria delle conoscenze medico-scientifiche che debbono sorreggere le scelte normative in campo sanitario, opportunamente introdotto un sistema di monitoraggio periodico che, prevedendo una clausola di flessibilizzazione, può sfociare nella cessazione della obbligatorietà di alcuni vaccini.
 
La riluttanza del legislatore nazionale a prevedere il vaccino come obbligatorio lede i diritti del lavoratore che sembra essere l’unico soggetto sul quale ricadranno le conseguenze della sua ipotetica scelta di non vaccinarsi. Obbligare il lavoratore a vaccinarsi in mancanza di una legge statale violerebbe il suo diritto all’autodeterminazione, statuito non solo dalla Carta Costituzionale ma anche dalla Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino, dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea nonchè dalla Convenzione sui Diritti Umani e la Bioetica le quali impongono la necessità del consenso libero ed informato del paziente.

fonte: Punto Sicuro

Share

leggi tutte le news

rss

Omicidio a Brescia, accoltella il marito alla gola davanti al figlio 15enne

Guerra in Ucraina, i satelliti italiani che aiutano Kiev a seguire le mosse dell’Armata russa

Iran, droni contro una base militare: colpito un centro di produzione di munizioni. Mistero sugli autori

Come rottamare le cartelle esattoriali (per tasse e multe non pagate) La guida completa

Messina Denaro, il covo segreto e le due donne del mistero: perquisite le presunte amanti del boss

Meloni, i primi 100 giorni del suo governo: forza (e debolezza) al primo giro di boa

Modà«Canto il mio male oscuro»

I Ricchi e Poveri: «Io ero operaio e lei benzinaia, poi fu Califano a lanciarci. Il nostro amore fu bellissimo»

Damiano Tommasi:  «I colleghi sindaci  mi compravano  al fantacalcio»

La posta di Gramellini: «Io, amante di un uomo 10 anni più vecchio (che non lascia la moglie): cosa devo fare?»

Chi è Alfredo Cospito: il leader anarchico al 41 bis e l’internazionale in lotta per lui

Palermo, ancora un caso di ipotermia: studentessa ricoverata in ospedale. «Aule senza riscaldamento»

La compagnia aerea perde i suoi quattro cani: la disperazione del turista

Usa, il video dell’arresto di Tyre Nichols: 5 poliziotti lo picchiano brutalmente

«Call My Agent», Pierfrancesco Favino è Mario Draghi al consiglio di classe delle figlie

Una volpe, un gatto e due uccellini: il video fa il pieno di click

Spazio, il vortice nel cielo dopo il lancio di SpaceX

Harry Styles si inginocchia sul palco (omaggio a Jennifer Aniston) e si strappano i pantaloni di pelle

Caro bollette per imprese e famiglie, chi ha pagato di più: i dati regione per regione

Laureati introvabili, i profili più richiesti nel 2023 (e le regioni in cui mancano)

Il pendolo degli appalti: tra rigidità e concessioni dove si trova la crescita?

Bonus trasporti, come funziona lo sconto fino a 60 euro per treni e bus

Mutazione dei geni Brca, è consigliabile asportare tube e ovaie come ha fatto Balti?

Una pressione massima a 250 durante lo sforzo fisico è preoccupante?

Nuovo scandalo in Gran Bretagna, licenziato il ministro Zahawi: «Grave violazione»

Trapani-Ragusa, 13 ore e 8 minuti: il treno più lento d’Italia. «La coincidenza? Nelle mani di Dio»

Troppe parole senza dire la verità

Parkinson, la diagnosi con l’analisi della voce per intercettare i sintomi prima dei tremori

Perché è giusto ascoltare  le parole di Zelensky  al Festival di Sanremo

MasterChef 12, Silvia replica a Barbieri: «Grave caduta di stile, ai giudici non tutto è consentito»

Djokovic vince la finale degli Australian Open per la decima volta: torna il numero uno del ranking Atp

Chi è Aryna Sabalenka, vincitrice Australian Open senza bandiera: il papà morto giovane, la tigre sul braccio

Bresh, l’inno del Genoa «Guasto D’Amore» primo su Spotify

Alice Campello, la moglie di Morata, racconta il parto a Verissimo: «Ho avuto un’emorragia e 17 trasfusioni»

Eleonora Giorgi, dalle origini dei genitori all’uso di cocaina. Sette curiosità su di lei

Sabato De Sarno a Gucci: la carriera dietro le quinte, la sorpresa sui tempi, così si è arrivati alla scelta

La pasta fa ingrassare? Si può mangiare la sera? Le domande sui carboidrati che tutti si fanno

Reza Pahlavi: «In Iran è in corso una rivoluzione, io sono in campo. Con un regime democratico Teheran si allontanerebbe dalla Russia»

Vjosa Osmani, presidente del Kosovo: «La Serbia? Imperialista come Mosca e coopera con la Wagner»

Charlène, i gemelli e Alberto II per la terza volta positivo al Covid

Licia Colò: «Il consumismo è uno stile di vita sbagliato. L’acqua della pasta la do alle piante»

È morto Tom Verlaine, chitarrista di culto con i Television

Le fiction e il potenziale degli ascolti in streaming

Buy, Mastandrea e l’angelo Servillo, l’aereo impazzito di Gerard Butler e altri 8 film: il weekend nelle sale e in streaming

Coma_Cose: «Siamo binari paralleli uniti dalle traversine, non una cosa unica»

Mago Forest: «I miei erano poveri e ridere non costa ... così ho imparato»

L’intelligenza artificiale “vietata” a scuola. Si può fermare una rivoluzione?

Giro del mondo in case d’artista Da Roma con Abel Ferrara a New York con Francesco Clemente

Giarrusso entra nel Pd, l'ex di M5S e «Iene» appoggia Bonaccini. Ma Nardella: «Prima chieda scusa»

Segre, la testimonianza al Binario 21: «Calci, pugni, sputi e ci spinsero sui treni per Auschwitz»

Da Tripoli a Berlino, passando per Kiev e Varsavia. Il tour de force di Meloni (con un occhio alle Regionali)

Il sondaggio: Fratelli d’Italia rallenta la corsa, M5S sopra il 18%, Pd fermo

McEnroe su Sinner: «Gli manca poco per arrivare al top. Djokovic? Merita rispetto»

Cristiano Ronaldo, vita in albergo a Riad: ha occupato 17 suite per 285mila euro al mese

Pagelle Cremonese-Inter: Lautaro e la sua fame atavica (8), Dumfries (6) senza navigatore

MasterChef 12, Barbieri contro Silvia: «Sporca e spettinata, spero di non sognarti stanotte»

Perché la bistecca si può mangiare al sangue e l’hamburger no?

Marcell Jacobs, ecco che cosa mangia l’uomo più veloce del mondo

Antonella Viola: «Vi racconto il cibo buono che combatte le malattie. L’alcol? Zero»

Le capitali della Gentilezza, da Novara a San Severo. «Più attenti ai fragili»

Bastano 30 minuti, così «Leonora» rende più semplice la seconda vita del tetrapak

Monreale, i tre monaci-cuochi in tv con le antiche ricette dell’Abbazia

La lunga vita di Dinkie: «L’elisir dei miei 101 anni? Continuare a ballare»

Maturità 2023, le materie della seconda prova: latino al classico e matematica allo scientifico

India, cercasi prof di matematica. Ma il numero di telefono è nascosto in un'equazione

Il ministro Giuseppe Valditara e le pagelle: «Mai più voti sotto al 4? Non facciamo crescere i ragazzi nell’ovatta»

Laboratorio adolescenza: «Meno Eneide, più giornali in classe»

Prevenzione tumori, sabato 28 gennaio tornano le «Arance della Salute» Airc

Dieta, i chili più difficili da perdere sono gli ultimi: come superare lo stallo sulla bilancia

Come funziona l’esketamina, molecola efficace contro la depressione resistente

Cosmetici «cruelty free», la battaglia di un milione e 200 mila cittadini europei

Robbie Williams: «Amo i gatti, io sono come loro: cado sempre in piedi»

Ucraina, non solo guerra: nello zoo di Kiev nasce una cucciola di guanaco

Perché i cani sono capaci di condizionarci (e i maiali ancora no)

Audi activesphere: berlina, coupé o pickup? Il prototipo «transformer» che vedremo a Cortina

Suzuki Jimny, l’auto mito ritorna in versione a cinque porte. Arriverà in Europa?

Caro benzina? Ecco le 10 auto per la famiglia che consumano meno. Dalla Dacia Jogger alla Volkswagen Tiguan

Carburanti, prezzi in aumento: ecco come risparmiare alle pompe bianche e con le app. Ma c’è da fidarsi?

Il «canone alternativo» e l’incipit di Jordan Ifueko: la newsletter de «la Lettura»

Il Premio Bagutta 2023 a Marco Missiroli

«Geni invisibili», il podcast che rivela il talento (nascosto) dei nostri inventori

Niccolò Ammaniti è tornato  e racconta il presente

Affitto breve, le piattaforme dovranno comunicare i dati di chi affitta: nuove sanzioni dal 2023

newsletter
Azienda

Email

il risultato di 6 + 4 in lettere *


area riservata
Dove Siamo

Altamura (BA) 70022 Via Cufra, 45/D
tel. 080.3149359
cell. 3476284777
fax 080.2143453

Tricarico (MT) 75019 Via Aldo Moro n. 4
tel. 0835.724111
info@securproject.net
P.IVA 06823550725

privacy policy e cookies

Accreditamenti


Certificazione

Crediti

web site by 01Rabbit
design by Michele Cignarale